° 1997 Pakistan Cina Italia
° 2000 Samarcanda Assisi
° 2000 Tunisia off road
° 2001 Italia Cina Italia
° 2002 Italia Giordania Italia
° 2004 Libia Akakus
° 2005 New York
° 2005 Linosa
° 2006 Suzuki Jimmy off road
° 2006 Turchia Georgia Armenia
° 2007 Libia Erg Murzuk
° 2009 Turchia Georgia
° 2010 Tunisia off road
° 2010 Italia Tajikistan Italia
° 2011 La Via del Sale
° 2012 Italia Capo Nord Italia
° 2013 Italia Mongolia Italia
Il secondo "guaio" scelgo per il poco tempo che ho a disposizione la via più corta, ma purtroppo la più innevata e fredda. Non riesco a raggiungere Erzurum come mi ero prefissato perchè come cala il buio inizia a nevicare alla grande, tra gole e montagne dove non si vedeva un anima riesco a raggiungere Horsan, mi è sembrato un miraggio.
Il giorno dopo fino a Sivas sempre accompagnato dalla neve, l'ultimo passo è stato il più duro e li ho incontrato un bolognese che con un 4x4 se ne andava solo soletto sino in Bangladesh.

Da Sivas il giorno dopo arrivo ad Ankara dove inizia l'autostrada, supero Ankara ed arrivo a 50 km da Bolu dove l'autostrada si interrompe per 30 km per poi proseguire sino ad Istanbul, e li a 50 km da Bolu sono costretto ancora a fermarmi per la gran neve.
Ultimo "guaio"(mea culpa mea culpa), parto di buon ora, nevica ma poco, passati i 30 km da Bolu prendo l'autostrada e vai a tutto gas; c'è il sole, sono a quel ritmo in anticipo di una mezza giornata se non una sul previsto........arrivo a due passi da Istanbul.....non ho il passaporto, non sapevo se piangere, urlare, ridere o buttarmi da qualche ponte!
Torno indietro ma è iniziato a piovere, arrivo dove ero la mattina mi abbraccio per un buon quarto d'ora ad un termosifone e riparto, ma ormai sotto tutta quell'acqua non riesco ad arrivare ad Istanbul, mi accontento di dormire ad Adapazari, circa 100 km da Istanbul.
Il giorno dopo sono a Kavala in Grecia e continua a piovere o nevicare addirittura sulle strade che costeggiano il mare.La mattina via di buon ora come sempre, ma senza quelle ricche colazioni che si usano in Iran o Turchia.Tutta la strada sotto l'acqua.
Dalle Meteore a Ioannina c'è il famigerato Katara dove per fare 30 km ci avrò messo circa un ora e mezza, oltre al fatto che nevicava, la strada era veramente impraticabile per il ghiaccio.
La notte alle 10.30 arrivo ad Igumenizza la nave parte alle 11, c'è l'ho fatta!
1 2
index contatti links poesie sufi varie guestbook guestbook gioiellietnici stoners Galleria