° 1997 Pakistan Cina Italia
° 2000 Samarcanda Assisi
° 2000 Tunisia off road
° 2001 Italia Cina Italia
° 2002 Italia Giordania Italia
° 2004 Libia Akakus
° 2005 New York
° 2005 Linosa
° 2006 Suzuki Jimmy off road
° 2006 Turchia Georgia Armenia
° 2007 Libia Erg Murzuk
° 2009 Turchia Georgia
° 2010 Tunisia off road
° 2010 Italia Tajikistan Italia
° 2011 La Via del Sale
° 2012 Italia Capo Nord Italia
° 2013 Italia Mongolia Italia

VIAGGIO di CRESCITA

Sarei dovuto arrivare in Mongolia ma non è andata così e potrà sembrare strano ne son rimasto contento.
Contento non certo per non essere arrivato a destinazione ma per tutto quello che è successo nel ritorno dal Tajikistan, le decisioni prese, le persone incontrate le tante come mai in altri viaggi difficoltà avute e tutte risolte, contento perchè dopo 8000 km fatti con un amico mi sono accorto di essergli solo servito a non farli da solo e giunti a Samarcanda dove attendeva dei suoi amici non ho più avuto un compagno di viaggio ed arrivata la difficoltà a Dusanbe non ho avuto letteralmente niente nemmeno e non esagero un inginocchiamento vicino alla moto per vedere di che si trattasse...
Non c'è mai stata rabbia, ma dolore si...
Sono stato contento e lo dico con sincerità, è nato un altro viaggio ben più radicato nelle varie realtà, le difficoltà son state tante e anche dure ma non c'è mai stata resa, sconforto; accadeva una cosa? Bene cerchiamo di risolverla e viviamoci questo momento che sicuramente ci darà delle opportunità, il ritorno l'ho vissuto tutto così da solo ed è stato bellissimo ma più che altro è stato fantastico l'accorgersi di cosa si vuole e avere il coraggio di cambiare. E' stato positivo anche perchè ho avuto l'opportunità di tornare in luoghi dove ero passato di corsa (per problemi di tempi) come la zona del Caspio in Kazakistan, alcune città russe, l'incredibile confine uzbeko occidentale e quindi rincontrare alcune persone conosciute in precedenza ed entrare un pochino di più in un mondo quello dell'ex Unione Sovietica che può sembrare ad un primo frettoloso contatto, un po' ruvido, sgarbato, triste, scostante ma non è così e l'ho vissuto su di me e ne son felice; è come una giornata di sole una giornata totalmente limpida, quasi non vedi non percepisci i raggi del sole il loro calore la loro diversità e grandezza ma in una giornata nuvolosa quando a tratti tra il buio di nubi nere esce irrompe qualche raggio...ecco che lo vedi che lo senti e lo percepisci in tutta la sua magnificenza in tutto il suo calore, la sua luce.
Questa è per me l'esperienza vissuta in quelle zone e con quelle persone.

1 2 3
index contatti links poesie sufi varie guestbook guestbook gioiellietnici stoners